Sei giunto sul Italiano sito.

Un impianto Marini nel Middle East

il TOP TOWER 3000 P con un "cuore" progettato per l'utilizzo del RAP

Un "gigante" si alza in mezzo al deserto. Con una capacità di stoccaggio di 320 tonnellate e una velocità di produzione di 260 t/h, il nuovo impianto di produzione di asfalto TOP TOWER 3000 P consegnato a United Gulf Construction (UGCC) in Kuwait, è senza qualsiasi dubbio ben visibile da lontano grazie alla sua altezza di 30 metri.

Ma guardare oltre la struttura, ciò che rende davvero unico questo impianto in Medio Oriente, è il suo "cuore": l'impianto è dotato di un miscelatore asfalto Marini da 4 tonnellate, progettato su misura per l'utilizzo RAP, al fine di consentire il più alto livello di produzione con elevate percentuali di asfalto rigenerato.

United Gulf Construction, costruttore di strade leader in Kuwait e cliente Marini dal 1977, ha deciso di investire in un nuovo impianto, non solo per le eccellenti prestazioni e affidabilità dei due impianti Marini già in loro possesso, ma anche per la volontà di essere la prima azienda ad utilizzare grandi quantità di RAP in un progetto di costruzione di strade nel Golfo: in quest'area l'introduzione di tale impianto di asfalto altamente tecnologico, seppur conosciuto, può ancora essere considerato pioneristico.

Top Tower 3000 P per l'uso del RAP
Questo spiega la necessità di un partner pienamente affidabile, Marini, e la scelta di un impianto così avanzato. Competenza e know-how nel riciclaggio e un supporto accurato ed efficace all'attività produttiva consentono al cliente di spingere l'impianto al massimo delle sue prestazioni. Oltre all'impianto di asfalto, UGCC ha anche investito in un imponente sistema di stoccaggio leganti: 1.100 tonnellate, di cui 300 per bitume modificato e 800 tonnellate solo per bitume, con la capacità di alimentare autonomamente e contemporaneamente il TOP TOWER 3000P di 4T e il Marini modiFALT20 per la produzione di bitumi modificati.
Top Tower + modiFALT: winning combination
Gli impianti modiFALT hanno un'eccellente reputazione in Kuwait: con oltre una dozzina di unità vendute negli ultimi due anni nel paese (tra cui una a UGCC su un'installazione diversa), gli impianti di modiFALT, con i loro corpi containerizzati e la produzione che varia da 15 a 40 t/h, sono diventati il sistema di prim'ordine per la produzione di PMB. Ciò conferma ancora una volta che Marini non solo è all'avanguardia nella tecnologia degli impianti di asfalto, ma possiede anche tutte le competenza e tecnologie necessarie per imporsi nel settore del bitume modificato.

Tutte le scelte fatte dalla United Gulf Construction Company riflettono la politica aziendale: investire in valori personali, ambiente di lavoro, relazioni con i clienti, immagine a lungo termine.

Un'azienda che si prende cura dell'ambiente e delle persone. Marini sta insieme ai suoi clienti.

 

ModiFALT - Marini

 

Potrebbe interessarti

  • MARINI lancia il nuovo MASTER TOWER durante il Bauma di Monaco
    Scopri l'ultima innovazione MARINI: il MASTER TOWER
  • Nuovo impianto mobile XPRESS 1500 e XPRESS 2000
    MARINI lancia sul mercato la nuova gamma XPRESS 1500 e XPRESS 2000 impianti supe...
  • Bunde-Retrofitting-Plant-Asphalt_485px.jpg
    Germania: Riciclaggio oltre il 50%